Arte, corpo e altri delitti

Che lo si concepisse come frutto della creazione divina o come evoluzione di un primate, il corpo è stato per secoli l’unica forma con cui l’essere umano ha dovuto identificarsi: la sua natura è sempre stata quella di un involucro preconfezionato e inevitabile.

Oggi il rapporto dell’uomo con il proprio materiale organico si è fatto dinamico e interattivo: le nuove tecnologie e i progressi della scienza ci offrono gli strumenti per poterlo plasmare, potenziare e convertire secondo i nostri desideri, e volendo anche per potercene liberare.

Grazie a internet e alla realtà virtuale oggi possiamo concepire anche un corpo che sia interamente digitale, fatto di pura informazione.

L’essere umano può abbandonare la carne, deperibile e un po’ retrò, per diffondersi nella rete come puro pensiero, scavalcando i limiti dello spazio e del tempo.

Molti artisti contemporanei sono stati testimoni e precursori di questo processo con le loro ricerche, altri ce lo stanno raccontando adesso e altri ancora stanno cercando di capire dove andremo a finire.

Inanimanti racconta questa storia sottolineando le affinità delle loro opere con le rivoluzioni scientifiche e tecnologiche del nostro tempo, e l’impatto che hanno sulla nostra cultura.

Inanimanti è:

Federica Fontana – storica dell’arte per formazione, scrittrice freelance per vocazione, critica per natura, copywriter e social media manager per necessità. Credo in una cultura fluida e aperta alle contaminazioni e credo nel diritto di riderci su.

Inanimanti contiene:

LA FINE DEL CORPO – opere che hanno a che fare con la sparizione dell’uomo, il suo mutamento, o qualsiasi altra cosa gli stia succedendo

WETWARE –  in omaggio alla definizione di Marvin Minsky, una raccolta di opere che dialogano con la scienza e le nuove tecnologie

SPACE AGE – incursioni nell’industria del fashion per capire come vestirà l’uomo postumano

INCONTRI RAVVICINATI – vita, morte e miracoli di artisti accuratamente scelti

SEGUE APERITIVO – recensioni di mostre ed eventi che mi hanno colpito nel bene o nel male

MORE ON

Instagram