Space Age

Metamorfosi o fotoritocco?

Gli effetti che ora si possono ottenere con i software più comuni hanno tra i loro parenti stretti svariati capolavori della storia dell’arte, e tra i loro concorrenti i designer Bart Hesse e Lucy McRae.

Space Age

L’emotività instabile degli abiti

Se negli ultimi anni siamo stati capaci di rendere responsive ambienti e pagine web, non c’è alcuna ragione per cui non possiamo farlo anche con gli abiti che indossiamo. Detto fatto, alcuni designer hanno già progettato dei capi d’abbigliamento capaci di agire e reagire senza chiederci il permesso.

Space Age

Sporgenze

Vestirsi non significa solo ricoprire il corpo di tessuto. L’abito non è una carta da parati, l’abito costruisce. L’abito dà forma. O almeno una terza dimensione.

Space Age

Blowing in the wind

I confini del corpo stanno sparendo. Si sono fatti elastici e si deformano nell’atmosfera. Nel futuro il vento non sarà più un problema. Tutto merito di Hussein Chalayan.

Space Age

Il vestito elettrico

Con tutta probabilità è l’elettricità il nuovo principio della vita. Non l’acqua, non la terra: la terra è inospitale e l’acqua sta per finire. L’aria è avvelenata. L’elettricità permette di azzerare lo spazio, fa viaggiare nel tempo; con l’energia elettrica ci si può vestire.

MORE ON

Instagram