Il corpo è abitabile

Correva l’anno 1993 e Stelarc fu invitato alla Triennale di Melbourne. Invece di creare un’opera site specific, realizzò la prima scultura ingeribile della storia dell’arte. Il suo spazio non era né pubblico né privato, ma piuttosto “endoscopico”. L’opera consisteva in un cilindro di 50 mm di lunghezza e 15 di diametro, che poteva schiudersi aumentando di volume fino ad assumere…

Vota: